Torna alla Pagina Iniziale

Aggiungi Studio Marzulli Roma ai preferiti

Contatta lo Staff di Studio Marzulli

Imposta di Bollo

DECORRENZA

TERMINE

IMPORTO

NORMATIVA

01.01.73

06.07.74

£ 500

D.P.R 26.10.72
N° 642

07.07.74

27.12.76

£ 700

D. L. 06.07.74
N° 254

28.12.76

26.05.78

£ 1.500

D. L. 23.12.76
N° 854

27.05.78

31.12.81

£ 2.000

D. L. 26.05.78
N° 216

01.01.82

23.09.87

£ 3.000

D. L. 22.12.81
N° 787

24.09.87

31.05.90

£ 5.000

D. L. 24.09.87
N° 391

01.06.90

31.12.90

£ 5.500

D.P.C. 18.05.90
 

01.01.91

13.07.92

£ 10.000

L. 29.12.90
N° 405

14.07.92

31.12.95

£ 15.000

D. L. 11.07.92
N° 333

01.01.96

31.07.04

£ 20.000 (€ 10,33)

D. L. 30.12.95
N° 565

01.08.04

31.5.05

€ 11,00

L. 191/2004

01.06.05

 ancora per poco ...

€ 14,62

dm 24 maggio 2005 art.1

Adempimenti per il pagamento dell’imposta di bollo sul libro/registro elettronico in base alla Circolare del 06/12/2006 n. 36 emanata dall’Agenzia delle Entrate:

  1. Comunicazione preventiva, con cui il contribuente indica all’Agenzia la stima del numero di registrazioni apposte sul libro elettronico nell’anno. Tale comunicazione deve contenere:

    • il numero di registrazioni che si presume saranno emessi nel corso dell’anno;

    • l’imposta dovuta;

    • gli estremi dell’avvenuto pagamento.

  2. Attestazione del relativo pagamento dell’imposta dovuta, effettuato con il modello F23 e codice tributo 458T.

  3. Comunicazione consuntiva, effettuata entro il mese di gennaio dell’anno successivo, dove il contribuente accerta l’effettivo numero delle registrazioni effettuate nel corso dell’anno e il calcolo dell’imposta dovuta stabilendo la differenza da versare o da chiedere a rimborso.

  4. Versamento, tramite modello F23 codice tributo 458T, della differenza(se dovuta) contestualmente all’acconto per l’anno in corso. L’eventuale credito corrisposto per l’anno precedente può essere compensato con l’acconto dovuto.

  5. Le comunicazioni devono essere spedite mediante raccomandata con ricevuta di ritorno all’ufficio dell’Agenzia delle Entrate competente.

Modifiche all'imposta di bollo

L'articolo 1, D.M. 24 maggio 2005 (in G.U. n. 123 del 28 maggio 2005) ha modificato, a decorrere dal 1° giugno 2005, la tariffa dell'imposta di bollo.

La nuova misura fissa dell'imposta di bollo è stabilita in euro 14,62.

Fatture, note, conti e simili documenti, recanti addebitamenti o accreditamenti, anche non sottoscritti, ma spediti o consegnati pure tramite terzi; ricevute e quietanze rilasciate dal creditore, o da altri per suo conto, a liberazione totale o parziale di una obbligazione pecuniaria (art. 13, Tariffa): per ogni esemplare, imposta fissa di euro 1,81.

Estratti di conti, nonché lettere ed altri documenti di addebitamento o di accreditamento di somme, portanti o meno la causale dell'accreditamento o dell'addebitamento e relativi benestari quando la somma supera euro 77,47 (art. 13, Tariffa): per ogni esemplare, imposta fissa di euro 1,81.

L'imposta fissa per ricevute, lettere e ricevute di accreditamento e altri documenti, anche se non sottoscritti, nascenti da rapporti di carattere commerciale, negoziati, ancorché consegnati per l'incasso, presso aziende e istituti di credito (art. 14, Tariffa) è stata così rideterminata:

- quando la somma non supera euro 129,11: euro 1,81;

- oltre euro 129,11 fino ad euro 258,23: euro 2,58;

- oltre euro 258,23 fino ad euro 516,46: euro 4,65;

- oltre euro 516,46: euro 6,80.

Tipi, disegni, modelli, piani, dimostrazioni, calcoli ed altri lavori degli ingegneri, architetti, periti, geometri e misuratori; liquidazioni, dimostrazioni, calcoli ed altri lavori contabili dei liquidatori, ragionieri e professionisti in genere (art. 28, Tariffa): per ogni foglio o esemplare, imposta fissa di euro 0,52.

 

 

C o r s i & M a s t er

 

Marzulli.it è un servizio di Luigi Michele Marzulli

dottore commercialista revisore contabile

Note Legali
Copyright © 2001 - 2007  Luigi Michele Marzulli - P.Iva 05752480722
(ris.16/5/06 nr.60/E Agenzia Entrate)